Informativa:
questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalit� illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di pi� o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Cliccando su "OK" acconsenti all�uso dei cookie.
OK
 torna all'home page
 
  Spazio Culturale
 
MANUALI

accesso diretto
 OFFICE
   access2000
   excel2000
   word2000
   backup
   virus
 TOOLS
   harddisk
   registry
   winzip
   dos
 WEB
   flash5
percorso:: _Home > _Manuali > _HARDDISK > _Capitolo 02 > _Capitolo 03
 fine testo aumenta dimensioni testo diminuisci dimensioni testo informazioni indice manuale HARDDISK indice capitolo 02
     Manuale HARDDISK
02.03    HARD DISK     
CARATTERISTICHE    
 aggiungi ai preferiti


CARATTERISTICHE


Un hard disk è caratterizzato da numerosi attributi, quali la capacità, la velocità di rotazione, il tempo medio di accesso, ecc.
La CAPACITÀ esprime il numero di GigaByte di spazio disponibile per memorizzare le informazioni.
La DENSITÀ DI REGISTRAZIONE è indicata attraverso 3 nomi: densità di superficie (areal density), densità dei bit lungo la traccia (recording density) e densità delle tracce (track density). Confrontando questi parametri tra due dischi si può stabilire quale utilizza le tecniche più moderne. Quando questi dati non sono disponibili si può confrontare il numero ottenuto dividendo la capacità totale per il numero di piatti: si ottiene un ulteriore indicatore della densità di registrazione. Attualmente i valori più alti sono 15 GigaByte per piatto per dischi da 7.200 Rpm e 20 GiagaByte per piatto per dischi da 5.400 Rpm. La densità di registrazione è una caratteristica molto importante in quanto da essa dipendono la capacità, il costo per MegaByete e la velocità di trasferimento.
La VELOCITÀ DI ROTAZIONE si misura in giri al minuto (Rpm, revolutions par minute). Più velocemente girano i piatti, maggiore è la quantità di dati che è possibile trasferire in un certo tempo, minore è anche il tempo di attesa. Al crescere della velocità di rotazione si deve però ridurre la densità di registrazione e si devono tenere sotto controllo l’usura, la generazione di calore e l’emissione acustica.
Un buffer più grande permette di ridurre il numero degli accessi al disco (per i quali serve molto più tempo rispetto alla RAM), quindi la DIMENSIONE DEL BUFFER influisce sulle prestazioni. Attualmente il buffer dei dischi per PC si aggira intorno ai 512 KiloByte.
Per poter leggere o scrivere un file, la testina deve essere prima posizionata sulla traccia giusta. Il tempo impiegato per posizionare le testine nelle tracce si chiama TEMPO MEDIO DI RICERCA (seek time).
Rimane la VELOCITÀ DI TRASFERIMENTO (transfer rate) che indica lo scambio dei dati tra disco e buffer e viceversa. Ogni produttore indica questo parametro in modo diverso, così che risulta difficile fare confronti.


     Manuale HARDDISK
02.03     HARD DISK     
CARATTERISTICHE    
 
 inizio testo aumenta dimensioni testo diminuisci dimensioni testo informazioni indice manuale HARDDISK indice capitolo 02
 
 
Pubblicità  
 
Applicazioni iPhone















Condizioni d'uso | Informativa Privacy e Cookie Policy | Crediti
Copyright©2005 tutti i contenuti sono proprietà esclusiva di ManualiPc.it

 
Manualipc - Via Casette 13 - Saletto di Breda - 31030 Treviso, Italy - tel. 0422.98135 - email info@manualipc.it - P.I. 03687860266