Informativa:
questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalit� illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di pi� o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Cliccando su "OK" acconsenti all�uso dei cookie.
OK
 torna all'home page
 
  Spazio Culturale
 
MANUALI

accesso diretto
 OFFICE
   access2000
   excel2000
   word2000
   backup
   virus
 TOOLS
   harddisk
   registry
   winzip
   dos
 WEB
   flash5
percorso:: _Home > _Manuali > _HARDDISK > _Capitolo 02 > _Capitolo 01
 fine testo aumenta dimensioni testo diminuisci dimensioni testo informazioni indice manuale HARDDISK indice capitolo 02
     Manuale HARDDISK
02.01    HARD DISK     
INTRODUZIONE    
 aggiungi ai preferiti


HARD DISK


Gli hard disk sono anche chiamati dischi fissi o dischi rigidi. La figura 01 rappresenta un hard disk, che si trova fisicamente all段nterno dell置nità centrale (case, tower) fissato con più viti e collegato alla scheda madre attraverso un cavo.
 

 
FIG. 01
 

Quello che si vede nella figura è il rivestimento esterno, all段nterno si trova il disco vero e proprio.
Per avere un段dea di cosa si trova all段nterno del rivestimento, immaginate di prendere 5 dischi musicali, disporli uno sopra l誕ltro (alla stessa distanza l置no dall誕ltro) e fissarli con un unico perno centrale. La distanza tra i dischi deve essere tale da permettere ad una testina di leggere e scrivere le informazioni su ogni disco (sopra e sotto il disco). Così tutti i dischi girano alla stessa velocità. Il disco rigido è un dispositivo molto simile a questo, illustrato nella figura 02.
 

 
FIG. 02
 

La figura 03 illustra un hard disk aperto, nel quale si possono vedere le testine e i piatti dei dischi.
 

 
FIG. 03
 

I dischi sono formati da una base in alluminio leggerissimo, sulla quale è apportato uno strato di materiale magnetico (ossido di ferro). Il computer registra i dati sul disco fisso come una serie di bit, ognuno dei quali è archiviato magnetizzando (negativamente o positivamente) il sottile strato di ossido di metallo. Quando l檀ard disk riceve le informazioni da conservare, utilizza le testine per memorizzare magneticamente i bit su uno o più piatti. Quando il sistema richiede dati già registrati, le testine si muovono sulla superficie interpretando la polarizzazione dei piatti.
I dischi sono chiusi in contenitori sotto vuoto, in quanto hanno bisogno di un ambiente pulito, cioè senza particelle di polvere o altre resistenze superflue. Le testine di lettura e scrittura si trovano sopra e sotto ogni disco, come si vede nella figura 1.02, e si trovano ad una distanza ridottissima dai dischi, ma non toccano mai i dischi stessi. La velocità di rotazione dei dischi è misurata in RPM, cioè numero di giri al minuto. Per i dispositivi più vecchi si parla di 3.600 Rpm, quelli più moderni possono avere varie velocità: 5.400, 7.200, fino al massimo attuale che è di 15.000 Rpm. Quindi le testine si muovono molto vicine alle superfici dei dischi ad una velocità di scorrimento di circa 240 km/h. La superficie dei dischi deve essere priva di impurità per evitare il contatto con le testine, che significherebbe procurare danni irreparabili (head crashes). Se le testine entrano in contatto con il piatto di un disco si rovina la parte toccata, in più tutte le parti adiacenti, dove arrivano microscopici frammenti di superficie rotta (dal contatto). Le parti rovinate in questo modo non sono riparabili e c・egrave; anche il rischio di perdere l段ntero disco rigido.
Il contenitore esterno ai dischi serve, quindi, per evitare le impurità e sigillare dischi e testine in un ambiente 都terile・ cioè l誕ria viene filtrata per eliminare qualsiasi particella di polvere di diametro superiore a 0,3 micron. La figura 04 mostra il confronto tra la dimensione di alcune impurità con la distanza delle testine dai piatti (tutta la figura è stata ingrandita).
 

 
FIG. 04
 

La capacità dei dischi fissi, continuamente in crescita, è passata da pochi MegaByte dei primi anni ・0 fino ai vertici attuali di 80 GigaByte.


     Manuale HARDDISK
02.01     HARD DISK     
INTRODUZIONE    
 
 inizio testo aumenta dimensioni testo diminuisci dimensioni testo informazioni indice manuale HARDDISK indice capitolo 02
 
 
Pubblicità  
 
Applicazioni iPhone















Condizioni d'uso | Informativa Privacy e Cookie Policy | Crediti
Copyright©2005 tutti i contenuti sono proprietà esclusiva di ManualiPc.it

 
Manualipc - Via Casette 13 - Saletto di Breda - 31030 Treviso, Italy - tel. 0422.98135 - email info@manualipc.it - P.I. 03687860266