Informativa:
questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalit� illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di pi� o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Cliccando su "OK" acconsenti all�uso dei cookie.
OK
 torna all'home page
 
  Spazio Culturale
 
MANUALI

accesso diretto
 OFFICE
   access2000
   excel2000
   word2000
   backup
   virus
 TOOLS
   harddisk
   registry
   winzip
   dos
 WEB
   flash5
percorso:: _Home > _Manuali > _BACKUP > _Capitolo 01
 fine testo aumenta dimensioni testo diminuisci dimensioni testo informazioni indice manuale BACKUP
     Manuale BACKUP
01    INTRODUZIONE    
 aggiungi ai preferiti

INTRODUZIONE

Il backup è la copia dei file di un sistema in un’unità rimovibile, allo scopo di recuperare i dati in caso di malfunzionamenti o errori. Con il termine backup si intende sia la copia dei file, sia la procedura necessaria a copiare i dati.
Anche se i motivi per cui si eseguono i backup sono molteplici, si può affermare che il backup serve a ripristinare i dati persi. La perdita dei dati può avvenire per svariati motivi, che riassumiamo di seguito:
  • Cause legate agli operatori, persone fisiche (80%)
    • uso improprio del software, installazioni errate
    • software difettosi
    • errori dell‘operatore
    • disattenzione
    • furti
    • sabotaggi
    • vandalismi
  • Cause tecniche: (14%)
    • malfunzionamenti nell’hardware (p.e. hard disk o RAM)
    • sovratensione, sottotensione
    • difetti nei materiali
    • esplosione, implosione
    • alimentazione
  • Cause ambientali: (6%)
    • incendi
    • fulmini
    • allagamenti

Il verificarsi di una qualsiasi delle cause elencate potrebbe significare il blocco dell’intero sistema informatico di un’azienda per un periodo lungo, nonché la perdita di dati importanti. Per esempio, potrebbero non essere disponibili i server aziendali, costringendo gli utenti a lavorare senza collegamento a Internet, senza posta elettronica, senza fax e senza gestionale. Anche dopo la reinstallazione e riconfigurazione dei server potrebbero esserci disagi, ove non fosse possibile recuperare i file con i dati aziendali. Questo potrebbe comportare il reinserimento manuale di tutte le fatture e tutti gli ordini, tutta l’anagrafica clienti e fornitori e la perdita di tutta la corrispondenza via posta elettronica.
Le procedure di backup non possono evitare il verificarsi delle cause, ma permettono il ripristino del sistema e il recupero dei dati in periodi brevi (i tempi dipendono dalla politica scelta).
Il backup può essere gestito in molti modi differenti e utilizzando supporti diversi, la scelta dipende dai mezzi a disposizione (quanto si vuole spendere in tempo e denaro), dalla priorità di ripristino (per quanto tempo si può permettere di tenere bloccato il sistema informatico?) e da altri fattori analizzati in seguito.
Per creare una procedura di backup efficiente è necessaria una attenta analisi del sistema informatico, al fine di definire una strategia di backup adatta alle esigenze aziendali e che garantisca il recupero dei dati persi, in tempi ragionevoli.
Si devono prendere in considerazione molti fattori, i più importanti sono elencati di seguito:

  • di quali file è opportuno eseguire il backup?
  • si esegue un backup di rete o più procedure sui singoli PC?
    frequenza dei backup, quante volte farli? Uno al giorno, uno alla settimana oppure uno al mese?
  • quando si deve eseguire la procedura di copia dei dati? Alle otto di ogni mattina, alla sera, etc.
  • che tipo di backup eseguire?
  • quali tecnologie utilizzare?

La scelta dei file da copiare dipende dalla gestione aziendale: l’amministratore del sistema dovrebbe essere in grado di stabilire con precisione cosa è necessario salvare.
Si deve considerare che il backup di Windows NT non è in grado di ripristinare il settore di avvio, recuperare settori o partizioni. È possibile, però, fare la copia dei file del registro di configurazione. Questo significa che, in caso di malfunzionamenti, sarebbe necessario reinstallare il sistema operativo, ma è possibile recuperare la configurazione grazie ai file del registro archiviati.

Eseguire un backup centralizzato oppure uno separato per ogni PC comporta vantaggi e svantaggi. Il backup di rete coinvolge (di solito) un’unica persona e un'unica unità di memorizzazione; è necessario, però, copiare i dati nella rete, con conseguente incremento del traffico e diminuzione della banda disponibile. La gestione sui singoli PC implica la responsabilizzazione e la preparazione dei singoli utenti, che devono gestire la propria copia dei dati. In ogni PC deve essere presente un dispositivo di memorizzazione (aumento dei costi). Infatti, non è possibile condividere in rete unità di memorizzazione destinate ai backup.

La tecnologia di solito utilizzata per le copie di sicurezza sono i nastri Digital Audio Tape (DAT), che offrono un buon rapporto prezzo / prestazioni. Derivano dalle applicazioni audio e utilizzano nastri da 4 mm, sono disponibili in diversi formati, elencati di seguito:

  • DDS-1, 60/90 metri, 2 GB native capacity, 4 GB compressi, transfer rate 0,183 MB/s (compressi);
  • DDS-2, 120 metri, 4 GB native capacity, 8 GB compressi, transfer rate 1,5 MB/s (compressi);
  • DDS-3, 125 metri, 12 GB native capacity, 24 GB compressi, transfer rate 2,2 MB/s (compressi);
  • DDS-4, 150 metri, 20 GB native capacity, 40 GB compressi, transfer rate 6MB/s (compressi).

Attualmente si sta diffondendo l’uso anche di altre tecnologie, come per esempio le cartucce DLT (Digital Linear Tape). Si tratta di un tipo di unità di backup a nastro da mezzo pollice, ideata da DEC e commercializzata da Quantum. Usa l'algoritmo di compressione DLZ1, mentre la ricerca delle stringhe duplicate è affidata ad un chip, e il conteggio e l'ordinamento delle stringhe viene effettuato in firmware con l'algoritmo Huffman. Una cartuccia DLT può ospitare da 10 a 40 Gb (80 GB compressi).

L’ultimo ritrovato per l’archiviazione dati sono le cassette LTO ULTRIUM (Linear Tape Open). Ogni cartuccia ha una capacità che può arrivare fino a 200 GB (si assume un fattore di compressione 2:1).
Questo formato è il risultato della collaborazione tra tre leader mondiali dell’archiviazione dati quali HP, IBM e Seagate. L’obiettivo della collaborazione per LTO è di sviluppare una tecnologia a nastro che soddisfi le esigenze di protezione dei dati unite alla esplosione della archiviazione dati. Si prevede che la tecnologia Ultrium raggiungerà la capacità di 1.6 TB (compresso), in una sola cartuccia. La velocità stimata raggiunge i 20/40 MB al secondo (nativo / compresso).


     Manuale BACKUP
01     INTRODUZIONE    
 
 inizio testo aumenta dimensioni testo diminuisci dimensioni testo informazioni indice manuale BACKUP
 
 
Pubblicità  
 
Applicazioni iPhone















Condizioni d'uso | Informativa Privacy e Cookie Policy | Crediti
Copyright©2005 tutti i contenuti sono proprietà esclusiva di ManualiPc.it

 
Manualipc - Via Casette 13 - Saletto di Breda - 31030 Treviso, Italy - tel. 0422.98135 - email info@manualipc.it - P.I. 03687860266